20 milioni di investimenti per la startup italiana del poke

(I fondatori di Poke House Vittoria Zanetti e Matteo Pichi)

Utilizzo delle nuove tecnologie, differenziazione e qualità dei prodotti sono le caratteristiche che hanno valso alla startup italiana Poke House un finanziamento di 20 milioni di euro per espandere la propria attività e aprire 200 nuovi locali in tutta Europa. La startup, specializzata nel poke a base di riso e pesce, aveva già ricevuto un primo finanziamento da 5 milioni, nemmeno un anno fa, e con questa seconda tranche ha raggiunto il valore d’impresa pari a 100 milioni di euro.

Nata a novembre del 2018, la società fondata da Matteo Pichi e Vittoria Zanetti conta già 30 ristoranti in Italia, Portogallo e Spagna, più di 400 dipendenti e punta a raggiungere un fatturato di 40 milioni di euro nel 2021. Le nuove risorse serviranno a estendere il mercato anche in altri paesi, come Francia e Regno Unito, dove Poke House punta di aprire nuove sedi in tempo per la stagione estiva. Euro capital, Fg2 capital e Milano investment partners Sgr (Mip) sono i finanziatori che hanno scommesso sull’azienda e sul suo modello di impresa.

La catena di ristorazione ha una forte componente digitale. Non solo rispetto ai servizi online o allo sviluppo di una piattaforma di gestione dei contatti e delle vendite, ma anche grazie a un approccio basato sull’analisi dei dati che ne consente uno sviluppo in scala molto rapido.

Tramite l’analisi continua e in tempo reale dei dati, la società è in grado di intercettare velocemente i trend di consumo e reagire rapidamente nel modificare le proprie strategie. “Credo che questo, oltre al nostro approccio perennemente da start-up, sia il segreto dietro il successo di Poke house, che ci ha permesso di conquistare e, nel caso di Mip, confermare la fiducia degli investitori: la capacità di innovare restando fedeli a noi stessi per offrire un’esperienza che sia sempre all’altezza delle aspettative”, ha dichiarato il cofondatore Matteo Pichi.

The post 20 milioni di investimenti per la startup italiana del poke appeared first on Wired.