L’ambasciatore italiano in Congo è stato ucciso in un agguato

(foto: Alexis Huguet/ Getty Images)

Sono stati uccisi, durante un attacco ad un convoglio delle Nazioni Unite, l’ambasciatore italiano nella Repubblica democratica del Congo, Luca Attanasio, e un carabiniere della sua scorta. L’attacco è avvenuto nella zona del Congo Orientale, all’interno del parco nazionale dei Virunga, nel contesto di un’operazione ufficiale della Monusco, la missione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione nella Repubblica Democratica del Congo.

Luca Attanasio, ambasciatore italiano in Congo

La notizia è stata data dal portavoce dei Virunga e confermata da fonti del governo italiano, scrive la Repubblica. Nel convoglio stava viaggiando anche il capo delegazione dell’Unione Europea per la stabilizzazione della Repubblica democratica del Congo e l’attacco sembra dovesse essere finalizzato a un rapimento. L’ambasciatore è stato infatti ferito e portato via dagli assalitori. Immediatamente, i ranger Virunga hanno lanciato un’operazione per liberarlo, ma una volta recuperato, Luca Attanasio era già morto a causa delle ferite riportate.

Dal Congo è arrivata la testimonianza di un cooperante europeo che lavora nella città di Goma. Ci ha raccontato di aver incontrato l’ambasciatore e il carabiniere ieri sera e di aver saputo da loro che erano diretti nella zona del parco nazionale Virunga, a nord di Goma, per una visita ufficiale. L’ambasciatore, ci ha detto, era a bordo di una jeep del World food Programme, con un autista e il carabiniere. Nonostante i mezzi del Wfp avessero già subito attacchi in quella zona, la delegazione diplomatica stava proseguendo senza scorta armata, senza convoglio blindato o vetri oscurati. Non è ancora chiaro se il Capo delegazione Ue viaggiasse sullo stesso veicolo, ma sicuramente era nello stesso convoglio. Chiara invece la dinamica dello scontro a fuoco, incominciato all’arrivo dei ranger Virunga. La nostra fonte ha anche specificato come non siano stati inviati un elicottero o del personale di emergenza per soccorrere l’ambasciatore, nonostante la sede Monusco si trovi a soli 20 km di distanza dal luogo dell’assalto. Attanasio è stato così caricato su una normale jeep e trasportato in condizioni critiche all’ospedale Un di Goma.

“È con profondo dolore che la Farnesina conferma il decesso, oggi a Goma, dell’Ambasciatore d’Italia nella Repubblica democratica del Congo Luca Attanasio e di un militare dell’Arma dei Carabinieri” si legge nel comunicato con cui il ministero degli Esteri italiano ha confermato ufficialmente la morte dell’Ambasciatore Attanasio e di un militare italiano.

Solo lo scorso anno, l’Onu aveva denunciato l’aumento delle violenze da parte di gruppi armati indipendenti proprio nella zona orientale del Congo. L’Alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati si era detto “allarmato” per il crescente numero di attacchi contro i civili.

The post L’ambasciatore italiano in Congo è stato ucciso in un agguato appeared first on Wired.